Golden Voices

Victor e Raya Frenkel sono stati per decenni le voci d’oro del doppiaggio sovietico.

Tutti i film western che hanno raggiunto gli schermi sovietici sono stati doppiati da loro.

Nel 1990, con il crollo dell’Unione Sovietica, i Frenkel decidono di fare l’Alyia – immigrare in Israele, proprio come altre centinaia di migliaia di ebrei sovietici.

In Israele non c’è alcun bisogno di doppiatori in lingua Russa, e i tentativi di Victor e Raya di usare il proprio talento, causerà degli eventi bizzarri e inaspettati durante i loro primi mesi in Israele trasformando l’inizio del nuovo capitolo della loro vita in una divertente, dolorosa e assurda esperienza.

Victor and Raya Frenkel were the golden voices of the Soviet film dubbing for decades. All the western movies that reached Soviet screens were dubbed by them. In 1990, with the collapse of Soviet Union, the Frenkels decided to do Aliyah – immigrate to Israel, just like hundreds of thousands of Soviet Jews.

There’s no need in Israel for Russian speaking dubbing artists, and Victor’s and Raya’s attempts to use their talent will cause bizarre and unexpected events during their first months in Israel, and turn the beginning of the new chapter of their life into an amusing, painful, and absurd experience.

Pitigliani Kolno'a Festival - Ebraismo e Israele nel Cinema